LA PERSONA PEGGIORE DEL MONDO
di Joachim Trier
UNA COMMEDIA DALL'IRONIA NORDICA E DALL'IRRESISTIBILE AFFLATO ROMANTICO. PERFETTA PER I NOSTRI TEMPI
PROSSIMAMENTE

“RASSEGNATI” – rassegna cinematografica

Candidato agli Oscar 2022 come Miglior Film Internazionale

Oslo, oggi. Julie ha quasi trent’anni e non ha ancora scelto la sua strada. È passata dalla medicina alla psicologia alla fotografia e ad ogni scelta si è accompagnata una relazione. Ma la sua vita sembra non cominciare veramente mai finché non incontra Axel, autore di fumetti underground che hanno per protagonista un eroe politicamente scorretto. Julie va a vivere con Axel e si confronta con il mondo esterno – la sua famiglia e il suo “circolo narcisistico”, gli amici di Axel – con il costante progetto di fare figli messo sul tavolo (da lui). Ma l’irrequietezza della giovane donna non è ancora terminata, e il destino riserverà sia a lei che ad Axel parecchie sorprese.

La persona peggiore del mondo, del regista nato in Danimarca ma naturalizzato norvegese Joachim Trier, è un resoconto in 12 capitoli con tanto di prologo ed epilogo dedicato alla Persona Peggiore del Mondo del titolo, che in realtà è solo una “persona libera di sesso femminile”, come direbbe Liliana Cavani, alle prese con la propria educazione sentimentale, che è anche un’educazione alla vita.

Titolo originale
The Worst Person in the World
Regia
Joachim Trier
Cast
Renate Reinsve, Anders Danielsen Lie, Herbert Nordrum, Hans Olav Brenner
Genere
Commedia, Drammatico
Durata
121 - colore
Produzione
Norvegia, Francia, Svezia, Danimarca (2021)
Distribuzione
Teodora Film